2175ESUEM Colori GREY STONE, Taglia Catalogo Kappa 44

B00F63GRWG

2175ESUEM - Colori - GREY STONE, Taglia Catalogo Kappa - 44

2175ESUEM - Colori - GREY STONE, Taglia Catalogo Kappa - 44
  • 100% Cuoio, 100% Gomma
2175ESUEM - Colori - GREY STONE, Taglia Catalogo Kappa - 44

RICONOSCIMENTI

In segno di riconoscimento e apprezzamento per il service realizzato

È ormai condivisa, a diversi livelli di competenza politica ed economica, l'idea che la crisi europea non sia in realtà dovuta a debiti pubblici eccessivi, come si è creduto o tentato di far credere mentre nel 2010-2011 i mercati finanziari scommettevano al ribasso sui titoli di Stato dei paesi della periferia europea. È stata sbagliata la diagnosi fin dall'inizio, quando si è cominciato a parlare di una " crisi dei debiti sovrani ". Si è pensato che il male da combattere fosse il cancro del debito pubblico e lo si è aggredito con le politiche di austerity. I risultati sono visibili in una depressione più lunga e dagli effetti più devastanti di quella degli anni '30, mentre i debiti in capo ai governi continuano a crescere. Sarebbe sbagliato credere che la calma dei mercati degli ultimi mesi, riflesso  dell'aggressiva politica monetaria di Mario Draghi , sia il segnale di una crisi ormai finita. In realtà il paziente, l'Unione monetaria, non è ancora fuori pericolo a causa degli effetti collaterali di una cura somministrata senza che si fosse compresa la natura della malattia.

La radice del problema economico in Europa è infatti costituita  non dai debiti pubblici ma dai debiti esteri . Il debito di uno Stato costituisce un problema internazionale soltanto nella misura in cui è detenuto all'estero. Il debito pubblico italiano non era cresciuto granché prima dello scoppio della crisi, meno di quello tedesco; ma era cresciuta enormemente la quota dei titoli di stato italiani detenuti da investitori stranieri. È questo che ha lasciato il governo italiano, come quello degli altri paesi periferici, in balia dei mercati finanziari internazionali. In quest'ottica, la faglia che rischia di spaccare l'Unione monetaria è quella che continua a separare e contrapporre paesi creditori e paesi debitori. Questa faglia si è creata a causa, e non a dispetto, del processo di unificazione. Grazie alla moneta unica e all'integrazione dei mercati finanziari europei, a partire dalla fine degli anni '90 cospicui flussi di capitali si sono mossi dal nord al sud, dal centro alla periferia, liberamente, senza rischio di cambio e con grande liquidità. E, grazie a quei flussi di capitali, i paesi della periferia hanno potuto indebitarsi in maniera altrettanto irresponsabile. Fino allo scoppio della crisi.

Ci sono poi i rischi connessi alla  Lumberjack Rope, Mocassini Uomo Beige Taupe
 con lo "spettro dell’imposizione fiscale, attuata con decretazione di urgenza". Poter disporre di "un investimento resistente alle fluttuazioni dei mercati (di solito l’oro o gli immobili)" sarebbe l'ideale.

Bisogna infine considerare le  agevolazioni fiscali  perché sui conti corrente con una giacenza media annua inferiore a 5mila euro non si deve pagare l’imposta di bollo.

Secondo la Salzberg,  Slippers amp da uomo; Estate Slingback sintetico casuale tallone piano Altro Brown Altri, Brown, US sandali US95 / EU42 / UK85 / CN43
 che ancora non hanno trovato la strada. Il buddismo spinge a coltivare i propri talenti, le passioni e l'amor proprio, e quella è  la missione . Una volta che raggiungiamo la nostra felicità sapremo condividerla con gli altri, e il mondo sarà un luogo più puro e sereno.

Religione o non religione, a volte vale la pena interessarsi a culture diverse dalla nostra, anche questa è  condivisione  reciproca, e non si può fare altro che imparare qualcosa.